SMAT alla maratona in Val Susa

2007-10-03

Presso i punti di ristoro allestiti lungo il percorso gli atleti troveranno l'acqua SMAT

Acqua e Sport, un binomio che SMAT vuole sottolineare per promuovere atteggiamenti a favore della sostenibilità ambientale.
Gli atleti che percorreranno gli oltre 42 km nel territorio valsusino, i podisti che si cimenteranno nella Stravigliana, 10 km non competitiva, ma anche accompagnatori e spettatori per dissetarsi troveranno, presso i punti di ristoro allestiti lungo il percorso e all’arrivo,  l’acqua del rubinetto appositamente confezionata in boccioni nella centrale SMAT di Venaria.
Sono sempre di più gli organizzatori di manifestazioni sportive che chiedono a SMAT di essere presente a fianco degli atleti attraverso la fornitura di acqua potabile, così come l’azienda è sempre più interessata ad incentivare la distribuzione ed il consumo di acqua potabile in boccioni. Si tratta di iniziative tese a valorizzare l’acqua del rubinetto, controllata e di qualità, servita agli atleti ed agli spettatori delle manifestazioni in bicchieri completamente biodegradabili.
L’iniziativa, volta a motivare il consumatore all’apprezzamento dell’acqua del rubinetto, coniuga rispetto per l’ambiente e risparmio, infatti,contribuendo ad eliminare eccessive quantità di bottigliette di plastica offre un vantaggio calcolabile anche in termini di minor rifiuto prodotto.


www.smatorino.it