Anche SMAT a Cremona per parlare di gestione del servizio idrico

2016-12-12

E’ stata la mostra “Janello Torriani, Genio del Rinascimento” il pretesto che ha dato vita al convegno sulle problematiche, le strategie e le sfide dei gestori del servizio idrico, svoltosi il 2 dicembre a Palazzo Cittanova

Nella prima settimana di dicembre, nell’ambito della mostra Janello Torriani Genio del Rinascimento, si sono svolti prestigiosi eventi collaterali che hanno preso il via dalle riflessioni sulle opere da lui realizzate nella veste di ingegnere, orologiaio, matematico, e inventore del Rinascimento italiano. Tra queste il convegno Acqua come risorsa in Italia e in Europa  a cui ha preso parte Paolo Romano, Amministratore delegato SMAT.
Organizzato da Padania Acque e moderato dal professor Carlo Collivignarelli, studioso del trattamento delle acque dell’Università di Brescia e dall’ingegner Roberto Mazzini di Utilitalia e rappresentante italiano nella commissione two waste water dell’Eureau, il seminario aveva come obiettivo quello di presentare le eccellenze italiane e straniere del settore ed indagare il presente ed il futuro del servizio idrico integrato.
Tante le tematiche affrontate: dalla “smart water utility” alla reazione del comparto idrico ai cambiamenti climatici, dai piani di tutela delle acque al percorso intrapreso dalle governance dell’acqua da forme frammentate e poco strutturate al gestore unico fino alla joint venture tra i maggiori gestori regionali rappresentata da Water Alliance. Dagli interventi è inoltre emerso il forte legame tra la risorsa idrica e l’impatto ambientale a partire dalle politiche di sostenibilità perseguite dai gestori del servizio fino alle soluzioni adottate.
A Torriani ingegnere idraulico, SMAT aveva già dedicato in occasione della Giornata Mondiale dell’acqua uno spazio multimediale attraverso la proiezione in anteprima del filmato “El Artificio de Toledo”, presso La Mole Antonelliana.
L’Artificio era una complessa macchina costruita dal 1565 al 1569 per sollevare 90 metri più in alto l’acqua del Tago al livello della fortezza dell’Alcázar.


www.smatorino.it