L'impianto di Sangano aperto al pubblico

2017-04-10

L’iniziativa si č svolta in occasione della Fiera promossa dall’Amministrazione comunale

Domenica 2 aprile, SMAT ha organizzato un’apertura straordinaria dell’impianto di acqua sorgiva di Regione Moresco a Villarbasse.
In occasione della fiera sanganese, tradizionale appuntamento di primavera molto seguito è apprezzato dai valligiani, oltre 200 persone si sono recate all’impianto per scoprirne la storia ed il funzionamento attraverso le visite guidate dal personale tecnico aziendale.
L’impianto di acqua sorgiva, progettato a partire dal 1842 dall’ingegnere Ignazio Michela per derivare acqua potabile dalle sorgenti di buona qualità della Val Sangone alla città di Torino, fu inaugurato il 6 marzo 1859. Primo acquedotto cittadino di epoca moderna e unico nel suo genere, è caratterizzato da una serie di gallerie filtranti situate ad una profondità di 10 – 15 metri dentro una falda acquifera. Le peculiarità della sua struttura architettonica e la grande opera ingegneristica che rappresenta fanno si che il sito venga definito una vera e propria “cattedrale dell’acqua”. Comprende un serbatoio sotterraneo “a volte” in muratura da 2.000 metri cubi, perfettamente conservato. Da qui prende origine il canale, anch’esso in muratura, a pelo libero lungo circa 11 chilometri.
Un luogo suggestivo che, SMAT apre al pubblico una sola volta all’anno riscuotendo grande successo, testimoniato lo scorso 2 aprile dal numero di visitatori raggiunto nonostante le avverse condizioni meteo.


www.smatorino.it