testata smat

international version

la mappa dei toretti di torino

vai a punto acqua smat

Impianto Castiglione T.se
in evidenza

AVVISO AGLI UTENTI INDUSTRIALI Richiesta di Autorizzazione Unica Ambientale per gli scarichi in fognatura di acque reflue industriali

NUOVA AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE (A.U.A) DELL'IMPIANTO DI CASTIGLIONE T.SE

AVVISO ALL'UTENZA

BONUS per la bolletta dell'acqua


Cersa

News

Delegazioni etiopi in visita alla SMAT

Nell'ambito del programma di formazione realizzato da Hydroaid a favore dei quadri del Fondo per lo Sviluppo delle Risorse Idriche dell'Etiopia

Una prima delegazione è stata in visita a Torino dal 16 al 26 ottobre; composta dal Direttore Generale, Wanna Wake Gelesu, e dai responsabili dei settori pianificazione, finanza e relazioni pubbliche, è stata impegnata in un programma di attività formative e visite tecniche finalizzate allo scambio di conoscenze con il sistema piemontese.
Le attività si sono svolte presso la SMAT.
Da cinque anni, Hydroaid realizza una serie di iniziative di formazione e capacity development in Etiopia: il progetto WATSAM, finanziato dall’Unione Europea e la piattaforma A focus on Ethiopia, con i progetti di formazione a distanza finanziati dall’Autorità d’Ambito Torinese ATO3, hanno consentito di costruire e consolidare relazioni con le autorità locali, regionali e nazionali etiopi. In questo quadro si inserisce la collaborazione di Hydroaid con il Fondo, volta a rafforzarne le competenze nella valutazione dei progetti infrastrutturali per l’approvvigionamento idrico e degli aspetti amministrativi, manageriali e tecnici, ad essi connessi.
A tale scopo, il 4 aprile 2017 è stato sottoscritto un accordo fra il Fondo ed Hydroaid per la realizzazione di un programma di formazione articolato in più fasi: la prima, dedicata agli aspetti tecnici ed economici della progettazione, si è svolta nel luglio scorso presso gli uffici del Fondo di Addis Abeba. A partire dal 16 ottobre ha preso avvio la seconda fase, a Torino, con una sessione di approfondimento teorico, visite tecniche agli impianti e focus tematico sugli aspetti normativi, regolatori e di valutazione finanziaria. Per 10 giorni, un primo gruppo di 5 alti funzionari del Fondo hanno avuto la possibilità di osservare da vicino il modello di governance dell’acqua adottato in Piemonte e confrontarsi con amministratori, tecnici e regolatori sulle soluzioni più efficaci per il miglioramento del servizio idrico in Etiopia. Si è avviata in questi giorni la visita di un secondo gruppo di tecnici del Fondo, che resteranno a Torino fino al 17 novembre, e che concluderà questa intensa fase di formazione e scambio.