testata smat

international version

la mappa dei toretti di torino

vai a punto acqua smat

Impianto Castiglione T.se
in evidenza

AVVISO AGLI UTENTI INDUSTRIALI Richiesta di Autorizzazione Unica Ambientale per gli scarichi in fognatura di acque reflue industriali

NUOVA AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE (A.U.A) DELL'IMPIANTO DI CASTIGLIONE T.SE

AVVISO ALL'UTENZA

BONUS per la bolletta dell'acqua


Cersa

News

Universita’ di Torino e SMAT hanno firmato un accordo di partnership

Lunedì 30 gennaio 2017, nel Salone del Rettorato, il Rettore Gianmaria Ajani e l’Amministratore Delegato SMAT, Paolo Romano, hanno firmato un accordo di partnership pluriennale

L’accordo firmato da SMAT con l’Università degli Studi di Torino consente e regola importanti collaborazioni fra i due Enti, potenziando la collaborazione strategica a lungo termine nell’ambito della ricerca, dello sviluppo e dell’innovazione tecnologica e nel campo della didattica e della formazione.
La collaborazione scientifica sarà focalizzata nei settori e nelle attività connesse al servizio idrico. Inizialmente le aree di ricerca interessate saranno: acque potabili, acque reflue, ambiente e clima, idrologia, biotecnologie ed informatica.
“L’attività con l’Università si affianca a quella già svolta dal Centro Ricerche SMAT ed è finalizzata a sviluppare ricerca applicata che consenta un miglioramento del servizio. L’integrazione delle competenze ci permetterà di mettere a fattor comune anche rapporti ormai consolidati con altri istituti e centri di ricerca, anche a livello internazionale”, ha sottolineato Paolo Romano, amministratore delegato SMAT.
Infatti attraverso l’accordo di collaborazione tecnico-scientifica, integrando le diverse competenze, saranno avviati programmi di formazione per gli studenti dell’Ateneo, sarà favorito l’utilizzo congiunto di apparecchiature e di infrastrutture, con la possibilità di svolgere specifiche attività di ricerca presso i rispettivi laboratori. I primi progetti avranno come argomento il monitoraggio di nuovi inquinanti e la ricerca di metodi innovativi di disinfezione.
L’accordo completa le attività di ricerca e formazione sui temi ambientali che l’Ateneo sta perseguendo per lo sviluppo sostenibile e la gestione del territorio. “Laddove gli Atenei lavorano con le imprese e le Amministrazioni risulta un impatto positivo sugli aspetti economici e sulla qualità della vita”, ha evidenziato il Rettore Ajani nel corso della conferenza stampa.