testata smat

international version

la mappa dei toretti di torino

vai a punto acqua smat

Impianto Castiglione T.se
in evidenza

AVVISO AGLI UTENTI INDUSTRIALI Richiesta di Autorizzazione Unica Ambientale per gli scarichi in fognatura di acque reflue industriali

NUOVA AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE (A.U.A) DELL'IMPIANTO DI CASTIGLIONE T.SE

AVVISO ALL'UTENZA

BONUS per la bolletta dell'acqua


Cersa

News

SMAT presente alla rassegna di arte e musica Meteorite in giardino 10

Ingresso libero su Marte, il tema dello Spazio, ha reso l’ ”acqua di volo” SMAT protagonista degli eventi organizzati dalla Fondazione Merz in collaborazione con ALTEC.

L’edizione 2017 della rassegna promossa dalla Fondazione Merz, partendo sempre dall’arte visiva, ha proposto uno sguardo al futuro, alla scienza, ed alla tecnologia, individuando, quale legame che accomuna scienziati ed artisti, la creatività ed il desiderio di osservare e comprendere la realtà, ora attraverso l’immaginario artistico, ora attraverso il rigore scientifico.
Torino, fucina di avanguardie esprime eccellenze sia contemporanea sia nella ricerca spaziale, da qui l’idea di farle incontrare in occasione dei festeggiamenti per i 10 anni della rassegna artistico-musicale, dando vita ad un inedito sodalizio fra arte, musica e scienza, tra Fondazione Merz e l'azienda aerospaziale ALTEC.
Da questa collaborazione è nato un calendario fitto di eventi: incontri scientifici, mostre e concerti, in ciascuno dei quali SMAT è stata protagonista, garantendo la fornitura di acqua in boccioni per i partecipanti e promuovendo l’acqua di volo, quella che realizza per gli astronauti della Stazione Spaziale Internazionale, attraverso le bottigliette contenenti la speciale acqua prodotta dal suo Centro Ricerche che sono state distribuite al pubblico come gadget.
Ciascun appuntamento ha infatti proposto, accanto all’esposizione di alcune creazioni di arte contemporanea, un concerto e la scoperta di alcune curiosità relative alle missioni spaziali: la simulazione della superficie di Marte, il modulo ALTEC utilizzato nella prima missione alla quale partecipò un italiano, la degustazione di alcuni cibi e bevande confezionati così come gli stessi astronauti li utilizzano in orbita.