ANCHE SMAT HA FIRMATO IL “PATTO UTILITALIA – LA DIVERSITA’ FA LA DIFFERENZA”


Un primo gruppo di 27 aziende dei servizi pubblici associate ad Utilitalia (la Federazione delle imprese idriche, ambientali ed energetiche), fra le quali anche SMAT, il 19 novembre a Roma, ha firmato il “Patto Utilitalia - La Diversità fa la differenza”, impegnandosi a valorizzare le diversità in una logica inclusiva all’interno delle proprie organizzazioni.

Le aziende firmatarie hanno sottoscritto un comune programma di principi e di conseguenti impegni per favorire concretamente l’inclusione e la diversità di genere, età, cultura e abilità all’interno delle politiche aziendali.

Il documento impegna le aziende ad attuare politiche inclusive che coinvolgano tutti i livelli dell’organizzazione, che garantiscano processi e pratiche neutrali e favoriscano la conciliazione dei tempi vita-lavoro.

Due sono in particolare gli aspetti che le aziende si trovano a dover affrontare e conciliare nell’organizzazione quotidiana: l’allungamento della vita lavorativa e l’ingresso delle nuove generazioni native digitali. In un’organizzazione inclusiva i due elementi, esperienza e novità, si integrano creando valore aggiunto.

Per SMAT il Patto è stato firmato dal Presidente del Gruppo, Paolo Romano, che ha sottolineato: “Il rispetto delle individualità di ciascun lavoratore e l’inclusione delle diversità sono una ricchezza che contribuisce allo sviluppo di un’azienda pronta a cogliere gli obiettivi di crescita e le opportunità nel cambiamento”. SMAT, negli anni, ha registrato un’evoluzione nella composizione del personale per genere che oggi registra il 25% di presenza femminile, dato che supera la media nazionale del 23%.

A fine di sostenere le Associate, Utilitalia si impegna a fornire strumenti di condivisione delle “buone pratiche” e a monitorare, attraverso analisi quali-quantitative, l’effettiva adozione dei principi enunciati nel Patto ed i risultati conseguiti.

Ogni azienda si accolla infatti l’onere di rendicontare annualmente i risultati ed i progressi conseguiti e di comunicarli adottando politiche di sensibilizzazione sia interne sia esterne.

La firma del Patto è avvenuta nel corso del Convegno “ALL THAT WE SHARE - L'inclusione come risorsa”: l’occasione per fare il punto sulle opportunità che una consapevole gestione della diversità fornisce alle aziende che vogliono affermarsi con un modello di impresa sostenibile, innovativo ed efficiente.

Ha concluso i lavori, in collegamento da Bruxelles, Elena Bonetti, Ministra delle pari opportunità.

Potrebbe interessarti anche:


PROGETTO DEMOSOFC: DALLA RICERCA EUROPEA ALL’APPLICAZIONE INDUSTRIALE

Tra gli oltre 100 appuntamenti di FORUM PA, evento nazionale dedicato al tema della modernizzazione della Pubblica Amministrazione, martedì...

NEL TERRITORIO DELLA CIRCOSCRIZIONE 3 ATTIVATO IL 13° PUNTO ACQUA DELLA CITTA’ DI TORINO

Collocato nel quartiere torinese di Cenisia, in prossimità dell’incrocio con corso Vittorio Emanuele II, è il secondo nel territorio...

SMAT SPONSOR DELLA VENTICINQUESIMA EDIZIONE DELLO SPETTACOLO DELLA MONTAGNA

La Rassegna itinerante Lo Spettacolo della Montagna, compie 25 anni. Nata per promuovere la cultura in Val Susa, valorizzando...