ATO, SMAT E ACEA PINEROLESE A BARDONECCHIA CON LE ASSOCIAZIONI DEI CONSUMATORI E IL MOVIMENTO ACQUA PUBBLICA PER ILLUSTRARE LA RIORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO IDRICO IN VALLE DI SUSA


SMAT e ACEA hanno siglato un accordo per la razionalizzazione del servizio idrico integrato nella valle di Susa. A seguito di tale accordo, sottoscritto dal Presidente di SMAT, Paolo Romano, e dall’Amministratore delegato di Acea Pinerolese, Francesco Carcioffo, si procederà alla riorganizzazione che è stata presentata ai sindaci dell’Alta Valle.
A partire dal prossimo mese di gennaio sarà infatti superata l’attuale gestione degli acquedotti montani, in parte in capo a SMAT ed in parte ad Acea Pinerolese, e sarà SMAT ad occuparsene anche attraverso il Grande Acquedotto di Valle che, come ha sottolineato Paolo Romano: “Rappresenta un’opera di sicuro valore per il territorio, che ha valenza centenaria per le prossime generazioni. Per contro, ad Acea passeranno le gestioni operative di una decina di acquedotti di altrettanti Comuni del Pinerolese e della Val Germanasca, attualmente gestiti da SMAT”.
L’esigenza di una razionalizzazione della gestione è stata sottolineata anche da Francesco Carcioffo che ha definito il nuovo assetto “una naturale conseguenza della costruzione dell’Acquedotto di Valle. Siamo soddisfatti dell’accordo raggiunto e della collaborazione instaurata con i Sindaci e con SMAT, sappiamo che continuerà ad essere così anche nel futuro”, ha aggiunto l’AD di Acea.
Il Sindaco di Bardonecchia, Francesco Avato – ha aggiunto: “Quest’opera dimostra che si è guardato al futuro, quando si parla di acqua in montagna significa considerare la gestione del territorio e salvaguardarne l’integrità e la sicurezza”.
La sottoscrizione dell’accordo è stata l’occasione per presentare la grande opera dal vivo: al Centro Congressi di Bardonecchia, oltre ai sindaci dell’Alta Valle hanno partecipato anche le Associazioni di consumatori e l’ATO 3 Torinese.
Roberto Ronco, Direttore di ATO 3 Torinese ha spiegato: “Come Autorità d’ambito abbiamo sentito l’esigenza di dare evidenza ai rappresentanti dei consumatori ed ai cittadini di ciò che rappresenta questa grande opera e, nel contempo, la necessità di coinvolgere il personale dell’ATO 3 che ha visto passare i progetti, lavorato alle carte, affrontato le difficoltà legate alla realizzazione di una infrastruttura così grande. Tutto questo si è coniugato con la scelta di SMAT ed Acea di dare evidenza della nuova organizzazione alle Amministrazioni coinvolte”.
Dopo l’illustrazione, da parte di Marco Acri, direttore generale di SMAT della grande opera che, prelevando l’acqua dalla Diga di Rochemolles, con oltre 60 km di condotte e 30 km di dispacciamenti, distribuisce acqua potabile di elevata qualità a 27 Comuni della Valle, la giornata di giovedì 23 settembre si è conclusa con la delegazione ospite che ha visitato il potabilizzatore di Bardonecchia, fulcro del grande acquedotto, ed il serbatoio di compenso di Chiomonte, con la presenza del Sindaco di Chiomonte, Roberto Garbati.

data aggiornamento 5 Ottobre 2021

Potrebbe interessarti anche:


SMAT AL FESTIVAL DEL GIORNALISMO ALIMENTARE

SMAT, è intervenuta al Circolo dei Lettori in occasione dell’appuntamento “La ricerca al servizio dell’acqua, tra sicurezza e qualità...

UN PUNTO ACQUA SMAT ANCHE A PAVONE CANAVESE

E’ stato inaugurato martedì 5 ottobre il 202° Punto Acqua SMAT; si trova a Pavone Canavese in via Dietro...

AL SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO SMAT PROPONE PER LA SEZIONE SCUOLE “YOULABWATER”, IL GIOCO A QUIZ SULLA RISORSA IDRICA

Nell’ambito del Salone Internazionale del Libro che si svolge al Lingotto Fiere di Torino dal 14 al 18 ottobre,...