E’ INIZIATO IL CONTO ALLA ROVESCIA PER L’INAUGURAZIONE DEL MAXI ACQUEDOTTO DELLA VALLE DI SUSA


Manca poco meno di un mese all’inaugurazione dell’Acquedotto di Valle: un’infrastruttura pensata per risolvere la storica carenza quanti/qualitativa delle acque in molti Comuni della Valle di Susa e prevenire i cambiamenti climatici.
L’opera coinvolge l’intera valle di Susa: 27 Comuni, da Bardonecchia a Caselette, attraverso la realizzazione di una condotta principale in grado di rappresentare un elemento di alimentazione idrica alternativo e integrativo ai sistemi locali che evidenziano criticità di approvvigionamento. 96 km di condotte con una portata di 600 litri d’acqua al secondo, per i quali sono serviti quasi 10 anni di lavori.
L’investimento sostenuto ammonta a 127,7 milioni di euro: attraverso appositi prestiti a SMAT da parte della Banca Europea di Investimento e della Cassa Depositi e Prestiti ed un finanziamento a fondo perduto della Regione Piemonte di 11,12 milioni di euro.
Il nuovo acquedotto consente la derivazione dell’acqua a scopo idropotabile, proveniente dalla diga di Rochemolles, immediatamente a valle dell’impianto idroelettrico Enel di Bardonecchia, l’adduzione sino a Caselette, l’alimentazione degli acquedotti dei comuni serviti dalla condotta, la produzione di 13 milioni di kWh di energia idroelettrica mediante tre impianti che sfruttano l’energia potenziale dell’acqua addotta per rendere tutto il sistema energeticamente autonomo e la realizzazione di tre serbatoi, siti rispettivamente a Salbertrand in località Deveys, a Chiomonte in località Lombarde e a Gravere in località Grosse Pietre.
Per ridurre l’impatto ambientale l’impianto di potabilizzazione è stato realizzato all’interno dell’ex centrale idroelettrica di Bardonecchia, lo storico edificio realizzato dalle ferrovie dello Stato nel 1921, che SMAT ha acquistato da Enel Green Power. L’edificio ospiterà anche il centro di manutenzione e pronto intervento a servizio della Valle.

Potrebbe interessarti anche:


SMAT PREMIA I GIOVANI TALENTI

Facile come bere un bicchier d’acqua è il titolo della competizione per i giovani studenti del secondo e terzo...

NUOVO COLLETTORE MEDIANO: UN’EREDITA’ PER LE FUTURE GENERAZIONI CHE GUARDA ALL’AMBIENTE

Inizieranno nella primavera del 2020 i lavori per la realizzazione del nuovo collettore fognario: un’opera che si estende su...

IL COLLETTORE MEDIANO: LE CARATTERISTICHE DELL’INTERVENTO

Lo studio e la progettazione della nuova grande opera che interesserà la Città di Torino è frutto di un...