I CAMBIAMENTI CLIMATICI PROTAGONISTI A CINEMAMBIENTE


Ha preso il via martedì 1° ottobre presso il Cinema Massimo di Torino la ventitreesima edizione di Cinemambiente.

Un’edizione speciale, riprogettata a causa della pandemia, che si è svolta contemporaneamente alla presenza del pubblico in sala e online, vantando una programmazione di 65 film provenienti da 26 Paesi. 

Ad inaugurare il Festival in anteprima italiana, il film di attualità 'Rebuilding Paradise' di Ron Howard che, raccontando degli incendi californiani causati dalla grande siccità, ha introdotto il tema dell’emergenza climatica e degli impatti sulla salute della Terra.

Come ogni anno, la serata è iniziata con il “Punto” di Luca Mercalli, report sullo stato del Pianeta, stilato e interpretato appositamente per la platea del Festival.

Il meteorologo si è soffermato sul rapporto tra clima e ambiente, con qualche accenno anche agli effetti positivi del lockdown sulla diminuzione dell’inquinamento.

Mercalli ha esortato il pubblico in sala ad intervenire con azioni dello stesso tenore di quelle compiute durante i mesi di chiusura, perché il ritardo con cui abbiamo affrontato la crisi ambientale richiede ormai gesti rilevanti ed un grande coinvolgimento da un punto di vista politico e amministrativo, locale e globale.

Oggi più che mai, è necessario prepararsi a prevenire e gestire gli impatti che le crisi climatiche già in atto hanno sull’ambiente. SMAT vanta una grande cultura di investimento nella preparazione e nella prevenzione delle emergenze che, la vede quotidianamente impegnata, in sinergia con enti ed amministrazioni, a definire e ridurre i rischi legati ai cambiamenti climatici e a redigere piani di adattamento.

Tra le politiche e le azioni intraprese da SMAT a sostegno della prevenzione, la firma con la Città di Torino, le utilities cittadine e le associazioni di categoria, di un protocollo d’intesa per la diffusione delle competenze acquisite nell’ambito del progetto europeo per la riduzione dei rischi causati da eventi climatici estremi Life DERRIS (DisastEr Risk Reduction InSurance).

Presso il centro Ricerche SMAT si sta definendo anche il percorso formativo relativo alla gestione del rischio: la fase pilota del progetto di ricerca avrà luogo presso una delle sedi dei servizi tecnici operativi.

Potrebbe interessarti anche:


NUOVO PUNTO ACQUA SMAT PER PINEROLO

È attivo da martedì 20 ottobre il secondo Punto Acqua SMAT di Pinerolo, collocato nella frazione di Riva. Il...

IL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO DI SMAT A SOSTEGNO DELLA “CITTA’ INTELLIGENTE”

Tra gli appuntamenti del Festival dell’Innovazione e della Scienza, giovedì 15 ottobre alle 18, presso la Biblioteca Archimede di...

BORRACCETTE PER L’ACQUA A KM 0: UN PROGETTO SMAT, ATO3 E I COMUNI SERVITI

Nel corso dell’ultima Assemblea dei Soci il Presidente SMAT, Paolo Romano, ha presentato il progetto per la realizzazione di...