IL CENTRO DI RISANAMENTO DELLE ACQUE REFLUE PER L’AREA METROPOLITANA TORINESE: UN’ECCELLENZA NELLA GESTIONE DEI FANGHI DI DEPURAZIONE


Tra le esperienze e le attività di ricerca più significative nella gestione dei fanghi di depurazione presentate lo scorso 30 giugno nell'ambito dell’XI Simposio Internazionale di Ingegneria Ambientale si annoverano anche quelle SMAT.

In particolare, l’azienda si è distinta per le tecnologie e le innovazioni utilizzate presso il Polo depurativo di Castiglione Torinese.

Ad esporre alla platea l’adozione di sistemi innovativi finalizzati a ridurre l’impatto ambientale che contraddistinguono il Centro di Risanamento delle Acque Reflue per l’area metropolitana torinese e ne fanno un punto di riferimento a livello europeo nel campo della depurazione sono stati il Direttore Generale Marco ACRI, il Dirigente del distretto Centro Luca DE GIORGIO e il Ricercatore Gerardo SCIBILIA.

Marco ACRI ha presentato lo studio di fattibilità tecnico-economica per la realizzazione presso il complesso di Castiglione di un nuovo impianto di ossidazione termica dei fanghi, dotato delle migliori tecnologie disponibili per rispettare limiti emissivi inferiori rispetto a quelli fissati dai regolamenti nazionali e locali.

A causa delle problematiche connesse con l’essiccamento, lo stoccaggio, il trasporto e lo smaltimento dei fanghi è necessario adottare procedure idonee in grado di adempiere agli obblighi di legge in materia ambientale.

Per SMAT, i cui impianti di depurazione producono ogni anno oltre 25000 tonnellate di sostanza secca, la realizzazione di un ossidatore rappresenta numerosi vantaggi: azzeramento dell’impatto odorigeno e di trasporto dei fanghi, recupero di energia elettrica per alimentazione e recupero di energia termica per teleriscaldamento della Città di Settimo, azzeramento dei consumi idrici e del territorio, riduzione del volume dei residui del trattamento, possibile recupero futuro di fosforo e riduzione dei rischi igienico-sanitari della filiera.

Tra le innovazioni dell’impianto SMAT di Castiglione finalizzate alla riduzione dell’impatto ambientale è stata messa in evidenza da Luca DE GIORGIO la sezione di deammonificazione, progettata e realizzata ricorrendo alle più efficienti tecnologie per rimuovere l’azoto, contenuto nelle acque di risulta della disidratazione meccanica dei fanghi prodotti e raggiungere l’abbattimento del 78% imposto dal Piano di Tutela delle Acque della Regione Piemonte.

Gerardo SCIBILIA ha invece esposto uno dei più importanti progetti a livello europeo per la produzione di biometano dai fanghi di depurazione: la realizzazione di un impianto di upgrading del biogas e iniezione in rete di biometano all'interno del sito di depurazione di Castiglione Torinese, terminato ufficialmente un anno fa. Il processo utilizzato è in grado di rimuovere dal biogas l’anidride carbonica e gli altri composti indesiderati e produrre una miscela gassosa che viene immessa nell'infrastruttura del gas. Un procedimento ecosostenibile che prevede la trasformazione di un rifiuto in una risorsa energetica rinnovabile.

SMAT è tra le prime aziende del Servizio Idrico Integrato che ha colto l’importanza di guardare agli impianti di depurazione non solo dal punto di vista del risultato del trattamento depurativo ma soprattutto dal punto di vista del recupero e riuso di risorse, utilizzando nella gestione dei fanghi di depurazione un approccio tipico dell’economia ed ecologia circolare.

data aggiornamento 19 Luglio 2021

Potrebbe interessarti anche:


SMAT AL FESTIVAL DEL GIORNALISMO ALIMENTARE

SMAT, è intervenuta al Circolo dei Lettori in occasione dell’appuntamento “La ricerca al servizio dell’acqua, tra sicurezza e qualità...

UN PUNTO ACQUA SMAT ANCHE A PAVONE CANAVESE

E’ stato inaugurato martedì 5 ottobre il 202° Punto Acqua SMAT; si trova a Pavone Canavese in via Dietro...

AL SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO SMAT PROPONE PER LA SEZIONE SCUOLE “YOULABWATER”, IL GIOCO A QUIZ SULLA RISORSA IDRICA

Nell’ambito del Salone Internazionale del Libro che si svolge al Lingotto Fiere di Torino dal 14 al 18 ottobre,...