INAUGURATA LA SEZIONE ACQUE REFLUE DEL CENTRO RICERCHE SMAT


In occasione dell’evento “I Driver dello Sviluppo” SMAT ha inaugurato il nuovo dipartimento “Acque Reflue” del Centro Ricerche e la sezione di Deammonificazione, entrambi presso il Centro Risanamento Acque di Castiglione Torinese.

Il nuovo Dipartimento del Centro Ricerche occupa una superficie di oltre 1200 m2 e consentirà nei prossimi anni di ampliare ulteriormente le attività di prevenzione e controllo, fondamentali per la protezione dell’ambiente acquatico nel territorio torinese, fornendo un importante contributo all’attività di ricerca ed innovazione che SMAT porta avanti ormai da oltre 10 anni con i progetti sviluppati dal proprio Centro Ricerche.

Il collettamento e la depurazione delle acque reflue urbane necessitano di continui miglioramenti impiantistici, ottimizzazioni di processo e innovazioni tecnologiche per garantire una sempre più efficiente gestione del servizio idrico volta al miglioramento delle prestazioni, al risparmio delle risorse idriche, energetiche e di materie prime e al rispetto dell’ambiente.

Il Centro Ricerche Acque Reflue è un polo di eccellenza dotato di tecnologie avanzate in grado di sviluppare studi, progetti, impianti pilota e prodotti innovativi nel campo delle risorse idriche. Molteplici sono gli studi e i progetti di ricerca condotti in questi anni, alcuni dei quali condotti esclusivamente con risorse interne, altri in collaborazione con Enti di Ricerca accademici e industriali di primaria importanza sia in ambito italiano sia internazionale.

Attualmente sono 9 i progetti di ricerca in corso sulle acque reflue e riguardano lo studio di tecnologie innovative per l’ottimizzazione dei processi di depurazione ed il loro efficientamento; l’ecocompatibilità dei processi anche attraverso un uso ottimale delle risorse; la riduzione dei consumi di energia e di materia; il recupero energetico (per esempio attraverso la produzione di biogas, e di combustibili rinnovabili) e di materia (ad esempio: nutrienti, bioplastiche, sabbia o il riuso delle acque reflue per scopi industriali).

 

Potrebbe interessarti anche:


SMAT E LA FATTURAZIONE ELETTRONICA

In conseguenza dell’entrata in vigore dell’obbligo di fatturazione elettronica per le cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuati...

SMAT CENSITA TRA LE “100 ECCELLENZE ITALIANE”

L’Osservatorio Eccellenze Italiane ha inserito SMAT all’interno della IV edizione del volume “100 Eccellenze Italiane”, individuando l’azienda tra i...

UN’INDAGINE SULLE REALTA’ ECONOMICHE LOCALI

Nello speciale TOP 500, l’inserto pubblicato da La Stampa, il quotidiano torinese riprende i risultati della ricerca condotta da...