LE ATTIVITÀ’ SMAT TRA LE BUONE PRATICHE DEI SERVIZI PUBBLICI


Il Censimento Utili all'Italia, recentemente presentato è una sintesi dei progetti migliori con i quali le utilities stanno contribuendo a disegnare le città del futuro e a migliorare i servizi ai cittadini.

Dei 138 progetti selezionati tra le aziende di acqua, energia, ambiente e suddivisi in 5 aree (innovazione tecnologica, responsabilità sociale per le comunità, tutela delle risorse ambientali, valorizzazione del capitale umano e utili al tempo del Covid), 5 portano la firma di SMAT.

Il progetto di innovazione tecnologica sviluppato da SMAT, “Octopus”, rappresenta il sistema più elevato di Telecontrollo 4.0: un operatore intelligente in grado di interfacciarsi con tutte le banche dati aziendali esistenti e rielaborare i dati a scopo predittivo utili alla stima dei consumi idropotabili nelle 24 ore successive, alla pianificazione delle manutenzioni degli impianti e delle reti e all'ottimizzazione dei consumi energetici.

Nell'ambito della responsabilità Sociale per la comunità, l’azienda si è contraddistinta per il progetto “Il Mose di Torino”, un modello idraulico della rete fognaria bianca finalizzato a ridurre ed eliminare gli allagamenti dovuti ad intense precipitazioni atmosferiche nella zona Borgo Dora.

Il quartiere, ad alta intensità di popolazione e presso il quale sorge l’area mercatale più grande della città, registra infatti frequenti fenomeni di allagamento causati dalle forti piogge. A beneficiare del progetto saranno i cittadini, gli esercizi commerciali e le attività ludiche e turistiche.

Tra le iniziative a favore della tutela ambientale SMAT ha realizzato un sistema di lagunaggio dell’acqua superficiale del fiume Po con lo scopo di disporre di più punti di captazione per l’acqua del fiume Po da destinare alla potabilizzazione e di una riserva idrica per la gestione di eventi eccezionali e di siccità e favorire inoltre il trattamento di autodepurazione dell’acqua.

Nella logica di valorizzazione del capitale umano, SMAT ha dato vita alla “Scuola dell’Acqua”, una formazione specifica destinata agli operatori della manutenzione e gestione del Servizio Idrico Integrato, con lo scopo di consolidare il know how aziendale e favorire il passaggio di esperienza tra generazioni.

Per quanto riguarda l’area “Utili al tempo del Covid”, l’azienda ha sviluppato l’APP Mobile Costanza, una soluzione tecnologica che consente di rilevare e tenere traccia della vicinanza fisica fra gli operatori, tutelando il personale che opera nei cantieri.

“Utili all'Italia - commenta il Presidente SMAT, Paolo ROMANO - è un documento che dimostra concretamente come i servizi di pubblica utilità possano contribuire alla crescita sostenibile del Paese e diventare essenziali nel piano nazionale di ripresa e resilienza. La presenza di progetti e realizzazioni SMAT su tutti i 5 temi analizzati dimostra la capacità della nostra Società a dare un fattivo contributo all'utilità del servizio e a migliorare la qualità della vita dei cittadini”.

Potrebbe interessarti anche:


PRESENTATA LA SECONDA EDIZIONE DI “UTILI ALL’ITALIA”

È stata presentata il 30 marzo, nel corso di un webinar, la seconda edizione del Censimento promosso da Utilitalia...

SCENARI DI CAMBIAMENTO CLIMATICO: EFFETTI ECONOMICO-PATRIMONIALI PER LE UTILITIES

Per il ruolo che svolgono nelle politiche di sviluppo dei territori, le utilities si troveranno sempre di più ad...

SMAT ADERISCE ALLA GIORNATA DEL RISPARMIO ENERGETICO E DEGLI STILI DI VITA SOSTENIBILI

SMAT conferma la propria adesione all’iniziativa M’Illumino di Meno, la giornata dedicata al risparmio energetico e agli stili di...