SCENARI DI UN FUTURO POST-WATER AL MUSEO DELLA MONTAGNA


Quale sarà il destino del pianeta, se non tuteliamo e proteggiamo la risorsa idrica attraverso una gestione sostenibile di essa? È la domanda su cui è invitato a riflettere il visitatore della mostra temporanea Post-Water, curata da Andrea Lerda e ospitata dal Museo Nazionale della Montagna “Duca degli Abruzzi” di Torino fino al prossimo 17 marzo.

L’acqua, oggi al centro di ricerche e dibattiti scientifici, diventa oggetto di riflessione dell’esposizione che, attraverso video, fotografia, pittura, disegno e scultura intende sensibilizzare il pubblico su un’urgenza importante del nostro secolo: la sempre più evidente scarsità d’acqua ed il suo progressivo stato di inquinamento.

Un percorso narrativo che include i lavori di circa venti artisti internazionali, assieme a un nucleo di fotografie e di documenti storici che appartengono all’Area Documentazione del Museo della Montagna.


Alla riflessione culturale sulla necessità di preservare la risorsa che genera e garantisce la vita, non poteva mancare SMAT che, impegnata sul doppio versante di una gestione sostenibile del Servizio Idrico e dell’educazione ambientale, sostiene la mostra in qualità di sponsor.

Potrebbe interessarti anche:


ISTITUITO UN PREMIO SMAT AL TORINO FILM FESTIVAL

Si conclude venerdì 30 novembre al Cinema Reposi, la prima edizione di Torino Factory, il progetto cinematografico realizzato per...

INAUGURATA LA SEZIONE DI DEAMMONIFICAZIONE DEL CENTRO RISANAMENTO ACQUE SMAT DI CASTIGLIONE TORINESE

La nuova sezione di deammonificazione, inaugurata il 19 novembre scorso, è stata progettata e realizzata, ricorrendo alle più moderne...

INAUGURATA LA SEZIONE ACQUE REFLUE DEL CENTRO RICERCHE SMAT

In occasione dell’evento “I Driver dello Sviluppo” SMAT ha inaugurato il nuovo dipartimento “Acque Reflue” del Centro Ricerche e...