SCENARI DI UN FUTURO POST-WATER AL MUSEO DELLA MONTAGNA


Quale sarà il destino del pianeta, se non tuteliamo e proteggiamo la risorsa idrica attraverso una gestione sostenibile di essa? È la domanda su cui è invitato a riflettere il visitatore della mostra temporanea Post-Water, curata da Andrea Lerda e ospitata dal Museo Nazionale della Montagna “Duca degli Abruzzi” di Torino fino al prossimo 17 marzo.

L’acqua, oggi al centro di ricerche e dibattiti scientifici, diventa oggetto di riflessione dell’esposizione che, attraverso video, fotografia, pittura, disegno e scultura intende sensibilizzare il pubblico su un’urgenza importante del nostro secolo: la sempre più evidente scarsità d’acqua ed il suo progressivo stato di inquinamento.

Un percorso narrativo che include i lavori di circa venti artisti internazionali, assieme a un nucleo di fotografie e di documenti storici che appartengono all’Area Documentazione del Museo della Montagna.


Alla riflessione culturale sulla necessità di preservare la risorsa che genera e garantisce la vita, non poteva mancare SMAT che, impegnata sul doppio versante di una gestione sostenibile del Servizio Idrico e dell’educazione ambientale, sostiene la mostra in qualità di sponsor.

Potrebbe interessarti anche:


L’IMPATTO DEI CAMBIAMENTI CLIMATICI SULLE RISORSE IDRICHE SOTTERRANEE

La capacità di adattamento ai cambiamenti climatici è una delle sfide più importanti che i gestori del servizio idrico...

L’ACQUA: UN SETTORE DI STUDIO SIGNIFICATIVO NELL’ECONOMIA DELLO SPAZIO

Tra gli appuntamenti di Biennale Democrazia, sabato 30 marzo si è tenuto al Teatro Carignano il dibattito Space Economy,...

WORLDWIDE WATER WEEK : L’EVENTO CONCLUSIVO IN SMAT

SMAT ha ospitato l’evento conclusivo dell’iniziativa Worldwide Water Week, settimana di preparazione alla Giornata Mondiale dell’Acqua dedicata alle scuole....